Il favoloso mondo di …Letizia Grella

 

Ultimamente sono un po’ assente dal web. Un po’ perchè c’è stato Gente del Fud, un po’ per quello che sto per raccontarvi, che ha a che fare con una persona davvero speciale: Letizia Grella. Se potessi mi farei piccola piccola per rimanere nel suo laboratorio incantato a respirare il profumo dello zucchero, a fotografare ogni suo colore delicato, a veder fluire tutto l’amore e la passione che passano di là. Questo è l’effetto e il risultato di due giorni di corso full immersion sul cake design nel favoloso mondo di Letizia Grella, conosciuta lo scorso inverno a Culinaria e mai più persa di vista.

Tra i vari corsi che Letizia propone (tutti elencati nel suo sito web) ho scelto questo, intensivo e completo, ritagliato su chi, come me, vuole avere una panoramica completa dell’universo cake design, dagli impasti base (pan di spagna italiano, mud inglese), ai ripieni (crema, ganache, crema di burro), alle coperture (pasta di zucchero, MMF, glassa) e tutte le decorazioni principali (rose e fiori, stampi e motivi di ogni genere).

 

Per avere una decorazione ben riuscita, infatti, è fondamentale ció che c’è sotto, la torta che andiamo a ricoprire, sia perchè dalle sue caratteristiche dipende la lavorabilità della decorazione, sia perchè – parliamoci chiaro – che una torta decorata sia anche buona è determinante.
Nelle torte di Letizia Grella anche questo fa la differenza: per lei è motivo di orgoglio quando un cliente si complimenta per la bontà delle sue torte prima ancora che per l’estetica, perchè Letizia mette lo stesso impegno in tutti e due gli aspetti: ‘La torta perfetta nasce dalla base, dalla farcitura, da come viene livellata…‘.

 

 

Il risultato è una torta elegante e dal ‘cuore’ squisito, che non ha bisogno di eccessi di colore e decorazione per essere notata. Perchè uno dei segreti di Letizia è che la semplicità fa risaltare l’essenza. Quanto è vero!!

Di tutti gli altri piccoli segreti, aneddoti, dimostrazioni e sperimentazioni si sono riempiti questi due giorni a stretto contatto con lei e con gli altri ragazzi del corso. Da notare che in tutto eravamo 4, limite di partecipanti previsto ai suoi corsi. Non c’è bisogno di spiegare quanto questo sia importante per poter uscire da un corso con dei risultati soddisfacenti,  avendo appreso tutto quello che c’era da apprendere.

Una vera e propria osmosi con lei e tra tutti i partecipanti: io, Federica, Elena (del ristorante la Mucca Golosa ad Anguillara) ed il mitico pasticcere Antonio (la sua pasticceria, il Dolce di Otto è a Soverato, in Calabria).

 

Ed ecco i risultati concreti del corso…che soddisfazione!!

Svetta la torta a vaso di fiori realizzata da Antonio insieme a Letizia…

 

 e queste due qui sotto sono le mie…sempre ovviamente aiutata da lei :)

 

 Sarei voluta restare a dormire nel suo regno-laboratorio, ma anche io ho pietà degli umani…così dopo centinaia di domande, interviste, richieste a quella poveretta… decido (sotto sua personale minaccia di suicidio!) di lasciarla finalmente in pace…così me ne vado… un po’ triste, questo sì, ma molto arricchita da questi due giorni trascorsi all’insegna della passione per la creatività, in compagnia di persone stupende.

EmailFacebookGoogle BookmarksTwitterSegnalibro

25 comments

  1. cindystar says:

    ciao carissima!
    bellissimocorso,forse quello che mi ci vorrebbe per avvicinarmi a questo mondo che ho sempre “snobbato” per un’idea di stucchevolezza che mi sono fatta di queste torte…ma a leggerti evidentemente mi sbaglio di grosso,o perlomeno c’è la massa zuccherosa e c’è lo zucchero raffinato, come dire…la minestra e il risotto ai funghi! .-)))
    io invece non sono affatto di cucina in questi giorni, con la famiglia dimezzata si va di toasts, insalate e frutta!…peròmi godo un mare meraviglioso!…eddai,fatevi un w.e. elbano! .-)
    bacissimiiiiiiiiii, da domani ospito il WHB da me, ti aspetto volentierissimo se puoi!

  2. Silvia says:

    Ho conosciuto Letizia Grella di persona, perchè il suo negozio è a 5 minuti di macchina da casa mia, ci sono andata, mi sono presentata, ho comperato il suo libro, e mi sono cimentata, tempo fa, in una sua torta decorata…E’ veramente brava! CIAO SILVIA

  3. Luna Nerazzurra says:

    Ciao,scopro adesso il tuo blog e noto con piacere che abbiamo in comune un bel pò di cose, in primis la cucina e la creatività!!! io ho infatti due blog, uno di cucina ed uno creativo. Vieni a trovarmi se ti va, a me fa piacere, e tra l’altro, ti seguo molto volentieri!!! Ciao e buoni pasticci!!!

  4. rosalba says:

    Tesoro caro, grazie per il commento…mi ha fatto davvero piacere :-)
    Io adoro tutti i vostri post sulle decorazioni dolci ecc. ecc. Sono una frana in pasticceria (non che non mi piacciano i dolci, sia chiaro!) però, guardando tutte le migliaia di foto sui dolci decorati, mi sono sempre chiesta: bellissimaaa! ma la torta sotto ci sarà? sarà buona??
    Nel tuo post e nelle affermazioni della Sig.ra Letizia Grella con il suo corso…ho trovato le risposte! Magari, prima o poi, ci provo pure io, più poi che prima..;-)
    Un bacio grande!

  5. federica says:

    Belle le foto,bello l’articolo che ha reso in pieno l’atmosfera di quei due giorni!!!!Sei davvero molto brava!!!!

  6. accantoalcamino says:

    Oh Angela che meraviglia, ecco, quello che mi fa rimpiangere di abitare “fuori mano” da tutto sono proprio queste occasioni che qui non esistono…il vaso da fiori con la terra che fuoriesce è straordinario, ciao.

  7. Antonella says:

    Per una come me, che adora questo mondo di zucchero e pazienza, la tua esperienza è come un sogno da realizzare! Sono alla ricerca di un mio stile, ma l’unico libro che ho comprato fino ad oggi è il suo! :D

  8. tinny says:

    Assolutamente un sogno. Sembra di essere finiti in una favola dove tutto è perfetto e profumato…che invidia, dalle mie parti non c’è una cippa! Pazienza, mi beo di questo! A presto.

  9. Marilì di Gustoshop says:

    Che meraviglia, quanto mi piacerebbe avere il tempo!!! Qui è sempre un bailamme di orari, situazioni,casini insomma. Ah ma ci riuscirò prima o poi e mi accodo. Cosa c’è di più bello dell’imparare ? Bacioni assortiti

  10. Claudia says:

    io vorrei sapere come si fa a partecipare al suo corso, ma non riesco a trovare alcuna informazione… qualcuno potrebbe aiutarmi????
    Grazie infinite… :-)

  11. lilli says:

    ti ho vista oggi per la prima volta a Casa Alice sei stata una vera scoperta.Mi piacerebbe tanto partecipare ad uno dei tuoi corsi!!!!!!!!!!!Quando ne fai uno dalle mie parti? Sono di barletta provincia di bat

Lascia un Commento


*

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.