Paté di olive e mandorle

Questa è una semplice ricetta per un paté alle olive che ho trovato su Cookaround (grazie Rosmunda!) e che ho utilizzato per fare delle tapas con gli amici. Ero appena tornata dalla Spagna e volevo portare in tavola un pezzettino di mercato di San Miguel di Madrid. La ricetta è semplice semplice e l’accoppiata olive – mandorle è davvero fantastica. Alla ricetta originale ho apportato solo qualche cambiamento: ho eliminato i capperi ed il sale, perchè trovo che le olive siano già di loro molto saporite e che aggiungere altri sapori attenua quello piacevole delle mandorle. Una raccomandazione importante: non utilizzare mandorle pelate, perchè altrimenti non sanno di niente. Usate quelle con la pellicina: danno colore e soprattutto sapore al patè.

Quindi:

300 gr di olive verdi denocciolate (non condite).

100 gr di mandorle

100 gr di olio extravergine d’oliva (più buono è l’olio, migliore sarà il risultato)

acqua q.b.

Iniziamo con il tritare le olive ed aggiungiamo le mandorle continuando a tritare. Poi, gradualmente, aggiugiamo l’olio e un po’ d’acqua…non vi dico quanta, 100 gr potrebbero essere già troppi, dipende molto dalle olive che utilizzate…continuando a tritare ed amalgamare, il paté deve assumere una consistenza liscia e cremosa. E questo è tutto: servito su fettine di baguette questo patè dà il meglio di sé!