Tartufini dolci al semifreddo di ciliegie

 

Metti insieme 1) delle belle ciliegie, 2) la voglia di realizzare dei tartufini per ‘il gioco allo specchio’ di Fausta, che fossero uguali nella forma e nell’aspetto ai tartufini salati alla robiola e pistacchi che ho preparato settimana scorsa, 3) il contest sulle ciliegie ‘Una tira l’altra’ di Laura…

ed ecco qui che saltano fuori questi tartufini al semifreddo di ciliegie, ricoperti di pistacchi. Garantisco che sono una vera delizia…impossibile smettere di mangiarli, perchè proprio come le ciliegie….UNO TIRA L’ALTRO!

E poi, chi potrebbe distinguere in questa foto i tartufini dolci da quelli salati? :)

…eppure il barbatrucco c’è:

 

Ecco qui la ricetta, che ovviamente si può rifare anche utilizzando altra frutta al posto delle ciliegie, per tutti i gusti e per tutte le stagioni!

La ricetta del ripieno al semifreddo l’ho presa dal web, non ricordo purtroppo da quale sito, ma l’ho riadattata per il Bimby. Ovviamente facilissimo farla con qualsiasi altro robot da cucina, oppure semplicemente con un mixer e un pentolino.

Ingredienti

300 gr di ciliegie – granella di pistacchi di Bronte naturali q.b. (circa 200 gr) – 250 gr di latte – 120 gr di zucchero – 250 gr di panna liquida – un pizzico di sale

Versare tutti gli ingredienti tranne le ciliegie nel Bimby e cuocere ad 80°, vel. 1 per 5 minuti.

Mettere il composto in una terrina e lasciar raffreddarre. Quando sarà a temperatura ambiente, prendere le ciliegie e, dopo averle private del nocciolo, metterle nel Bimby (o in un altro mixer) e tritarle (velocità 7, 20 secondi). Aggiungere il composto (ormai a temperatura ambiente) nel Bimby insieme alle ciliegie ed amalgamare (velocità 3-4, 1 minuto).

Versare il semifreddo alle ciliegie in uno o più stampi (non troppo alti, max 5 cm) in freezer per almeno due ore, preferibilmente tutta la notte (io ho fatto così), perchè il semifreddo dovrà essere molto rassodato per poter essere lavorato a formare delle palline, senza che si sciolga del tutto tra le mani.

Quando sarà pronto, tiriamo fuori il semifreddo dal freezer e prepariamo una terrina con la granella di pistacchi. Con l’aiuto di un cucchiaino ‘grattiamo’ la superficie del semifreddo (io mi sono aiutata così, ma ognuno può trovare il metodo che gli è più congeniale) fino a ricavare una piccola quantità di semifreddo, più o meno della grandezza di una noce, e compattiamola con le mani. Poi rotoliamo la pallina nella terrina con la granella di pistacchi e ripetiamo questo ‘procedimento’ per ciascun tartufino. Importante essere rapidi altrimenti il semifreddo si scioglierà troppo e le palline si decomporranno. I tartufini così preparati dovranno essere rimessi in freezer per almeno un altro paio d’ore prima di essere serviti.

Note:

- è importante che le ciliegie non vengano aggiunte al composto di latte e panna quando questo è ancora tiepido, per non far perdere alle ciliegie il loro colore rosso acceso. In ogni caso sarà solo un ‘problema’ di estetica e non di gusto. Purtroppo non so dirvi esattamente per quanto tempo i tartufini si mantengono nel congelatore, perchè li abbiamo mangiati…! Se non avete intenzione di consumarli subito, sarà preferibile conservare nel congelatore il composto di semifreddo, e rinviare la lavorazione dei tartufini con i pistacchi a prima di servirli.

- è preferibile preparare il semifreddo alle ciliegie la sera, lavorare i tartufini la mattina seguente e servirli dopo uno stop in freezer di altre due ore minimo.

- se vi ci vuole del tempo per lavorare i tartufini nella granella di pistacchi, sarà bene iniziare a mettere subito in freezer quelli già pronti, senza aspettare di aver preparato tutti gli altri.

 

 Con questa ricetta partecipo al ‘gioco allo specchio’  di Fausta di ‘Caffè col cioccolato’

e al contest di Laura di Zampette in Pasta!

 

31 thoughts on “Tartufini dolci al semifreddo di ciliegie

  1. Che meraviglia questi tartufini sono sicura che uno tira l’altro osno semplicemenet favolosi e tentatori:D!!!la presentazione poi è splendida!!!Bacioni,Imma

  2. Aky, bellissimo il risultato del gioco allo specchio di quella pazzoide di Fausta. E’ assolutamente impossibile individuare l’uno dall’altro quindi posso dirti che a occhi chiusi mi lascerei andare a quello che mi capita a tiro, tanto entrambi sono la fine del mondo (confesso un amore insano per la robiola ed i pistacchi!). Un grande abbraccio e buon week end! Pat

  3. Acky che dire…mi colpisci sempre: ottimi i tartufini, ottima la presentazione, ottime le foto; per me oramai sei il mio mito irraggiungibile come un supereroe. L’abbinamento con le ciliege poi mi piace molto. Bravissima come sempre, baci

  4. anche questi come i rustici che avevo visto sono perfetti, sai che ti dico?
    se me ne mandi un paio di scatole (uan dolce e una salata) non mi offendpo mica! :D
    buon we!

  5. ma Acky! Sei davvero creativa! Oltre che bravissima… Queste due ricette mi hanno entusiasmato; sei stata simpaticissima e “perfetta”.
    Vado subito ad inserire; grazie.
    Anche io purtroppo sono un po’ troppo assente… siamo in pieno trasporto scatoloni. Trasloco previsto a cavallo tra giugno e luglio.
    Hai visto che l’ultima ricetta che ho postato ha un link ad una delle tue? Sei sempre una garanzia. Un bacione

  6. Salamander: ;-)

    Valeria: grazie! :)

    Claudia: grazie anche a te un buon fine settimana!

    Rosalba: hihiiahhahh è proprio vero!! Un pangrattato un po’ verdastro ma verosimile!

    Imma: grazie, sono contenta che tu sia passata a trovarmi e che ti sia piaciuto questo dolcetto! Te lo offro simbolicamente! E poi mi sa che noi ci vediamo domani a Sorrento! Sn felice di conoscerti!

    17 modi di mangiare il mango: grazie bella :)

    Patty: qui mi sa che tra pazzoidi ci capiamo! Allora vai, occhi chiusi e via! Grazie e un buon we anche a te!

    Giovanna Burroealici: grazie, allora me le quoti a pari merito…! ;-)

    Gloria: vai! Prova specchio superata! Grazie e buonissimo we!

    Accantoalcamino: detto da te ha un gran valore, credimi! ;-) buon we mia cara

    Stefania: mi hai fatto morire! Già mi sono immaginata con un cucchiaio di legno appeso al collo a forma di ‘s’ di superman sul costume azzurro e il mantello rosso! Che scema che sono…e tu sei un tesoro. Grazie, buon fine settimana!

    Lo81: dai fai tre! ;-) grazie

    Symposion: sì dai, ci metto un bel po’ di ghiaccio e te le spedisco! ;-) quando fai un salto a Roma bussa che te le preparo :)

    Fausta: ciao Faustina, sei un mito! Ho già risposto da te, ti mando ancora un bacio e ti ringrazio!

    Sulemaniche: attacca pure!! Anche a me hanno fatto questo effetto, lo ammetto! Grazie buon we!

  7. ma questo è un vero superbarbatrucco!! ho letto il titolo, visto la foto ed ho pensato … accidenti devo essere completamente fuori! Mi sembra sempre la stessa foto! Ed invece con un po di attenzione e leggendo tutto ho capito!! bravissima! Buon we

  8. Ciao! grazie a tutti ragazzi! e scusate se sono stata un po’ assente e non ho potuto rispondere a tutti singolarmente! buona giornata! :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.